PONTE: Adiconsum, aiuto per 13 mila Maggiori problemi per la telefonia – Economia – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Più di 5.100 persone si sono rivolte ai dieci sportelli Adiconsum diffusi sul territorio bergamasco (Bergamo – Treviglio – Romano – Ponte San Pietro – Grumello – Gazzaniga – Zogno – Trescore Balneario – Brembate – Calusco d’Adda). Altre 8.000 hanno invece contattato telefonicamente o on-line l’associazione.

«Ancora preponderante – spiega Eddy Locati, segretario generale Adiconsum Bergamo – è stata la parte riferita ai problemi con le società telefoniche. 1.400 sono state le persone che si sono rivolte a noi (27,4%), lamentando problemi di ogni tipo: addebiti per telefonate mai fatte; per passaggi da un gestore all’altro, strappati con metodi al limite della truffa; “servizi” addebitati senza che l’utente l’avesse mai richiesto, oppure non dati secondo le previsioni del contratto; recessi non riconosciuti; costi per internet, anche quando non si ha il computer; costi per un presunto servizio, anche quando l’utente è già con un altro gestore, eccetera».

viaAdiconsum, aiuto per 13 mila Maggiori problemi per la telefonia – Economia – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Ponte- Rapina la tabaccheria con la pistola Via 3 mila euro a Ponte San Pietro – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Rapina la tabaccheria con la pistola Via 3 mila euro a Ponte San Pietro – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

 

È entrato con il passamontagna sul volto e con una pistola in mano e ha razziato ben 3 mila euro al titolare della tabaccheria. Rapina nella serata di venerdì 27 gennaio a Ponte San Pietro. Un uomo, con molte probabilità di nazionalità nordafricana, intorno alle 19 ha fatto irruzione nel negozio e ha minacciato il titolare. L’uomo non ha potuto fare altro che consegnargli tutto il denaro in cassa, ben 3 mila euro in contanti.
Il bandito è poi scoppiato a piedi e sul posto sono stati chiamati i carabinieri di Ponte San Pietro.

Ponte-Pontida, 36enne padre di tre figli stroncato da un malore in strada – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Pontida, 36enne padre di tre figli stroncato da un malore in strada – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

 

È intervenuto il 118 di Ponte San Pietro, lo staff medico ha tentato di rianimare l’uomo, ma non c’è stato nulla da fare. Oscar Capitanio era già morto. La salma è stata trasferita ad Almenno San Bartolomeo. L’imbianchino abitava con la famiglia in via Resistenza, nella zona delle cascine. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Cisano Bergamasco per i rilievi del caso.

118, via da Ponte: sarà a Capriate Nell’Isola scatta il mal di pancia – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

118, via da Ponte: sarà a Capriate Nell’Isola scatta il mal di pancia – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Giro di valzer, con relativi mal di pancia, per la riorganizzazione dei servizi del 118 nell’Isola, nella bassa Valle San Martino e in Valle Imagna. Riorganizzazione che prevede lo spostamento dell’automedica da Ponte San Pietro a Capriate San Gervasio, mentre a Ponte sarà operativa l’ambulanza con a bordo l’infermiere professionale e i soccorritori.

20120128-151420.jpg

Ponte- Nuova scossa di terremoto: Bergamo trema alle 15,55 – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia

Nuova scossa di terremoto: Bergamo trema alle 15,55 – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

 

Una nuova scossa di terremoto è stata avvertita a Bergamo e nella nostra provincia intorno alle 15,55 di venerdì 27 gennaio. Dopo le due scosse di mercoledì alle 0,54 e soprattutto dopo quella delle 9,06, il nuovo movimento tellurico è il terzo in tre giorni.

Le scosse sono state in realtà due, perché un’ulteriore movimento tellurico è stato avvertito in provincia di Parma circa 25 minuti dopo il primo: gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia si sono nuovamente mossi alle 16.23 per una scossa con una magnitudo di circa 2.7 ad una profondità di 63.6 chilometri.